html5 website builder

Un proverbio africano recita: 

"Quando gli elefanti combattono è sempre l’erba a rimanere schiacciata”.

Le statistiche ci dicono che le donne sebbene costituiscano il numero maggiore delle vittime dei conflitti, sono quasi sempre escluse dai tavoli diplomatici e dai processi decisionali che portano alla pace. Eppure le donne sono buone negoziatrici sui tavoli di pace, perfettamente in grado di formarsi a livello diplomatico, di studiare relazioni internazionali e scienze politiche. Le donne devono partecipare ai processi di pace perché sono una parte in causa del conflitto esattamente tanto quanto gli uomini. E gli accordi funzionano bene solo se a stringerlo sono i diretti interessati.      


 TUTTI, NESSUNO ESCLUSO!

 
 CONGRESSO MONDIALE 
DELLE DONNE DELLA MODA E DEL DESIGN

MONTE DI PROCIDA

Perché Monte di Procida? Questo comune vanta sin da tempi lontanissimi, una tradizione di marineria tra le più nobili della storia non solo italiana ma addirittura europea. I montesi erano e sono tutt’ora un popolo di armatori e marinai. La loro assenza, che talvolta si protraeva anche oltre l’anno, creò una social class di Donne autonome non solo nelle scelte e nel governo della famiglia ma anche in quelle del Comune. Donne passionali, forti e decise ma anche Donne di Moda. Le donne montesi, abili tessitrici, ricamatrici e sarte, in assenza dei mariti, davano sfogo alla loro creatività realizzando vere e proprie opere d’arte. Prendevano forma così collezioni di pregio composte da rinomati tessuti di lino finemente lavorati a mano, destinati alla dote dei propri figli. 

LA MODA VESTE LA PACE

Congresso Mondiale delle Donne della Moda e del Design. Un appuntamento annuale da svolgersi nel comune di Monte di Procida con l’obiettivo di individuare nuove formule e iniziative da intraprendere in favore della pace e l’uguaglianza nel mondo attraverso lo strumento Moda e le sue protagoniste principali: LE DONNE. Il Congresso Mondiale delle Donne della Moda e del Design 2016, organizzato da African Fashion Gate e dal Comune di Monte di Procida, tratterà come argomento “le pari opportunità dei colori della pelle sulle passerelle”. Lo scopo del Congresso è di accrescere le consapevolezze delle problematiche in discussione, di favorire le interrelazioni tra le categorie, nazioni, culture e religioni. Come fine ultimo quindi, produrre un documento unificato da proporre alle Istituzioni competenti a legiferare in materia. Ogni partecipante può contribuire al tema del congresso.

“La Moda veste la Pace” 

Congresso Mondiale delle Donne della Moda e del Design un appuntamento annuale da svolgersi nel comune di Monte di Procida con l’obiettivo di individuare nuove formule e iniziative da intra-prendere in favore della pace e l’uguaglianza nel mondo attraverso lo strumento Moda e le sue pro-tagoniste principali: LE DONNE.....

"Fashion dresses Peace".

The World Congress of Women of Fashion and Design holds an annual event in Monte di Procida, its purpose is to identify new initiatives which are to be undertaken in favor of peace and equality in the world through the instrument/power of Fashion and its main protagonists: WOMEN...


"La Moda s'habille de la Paix".

Le Congrès Mondial des Femmes de la Mode et du Design.
Un rendez vous annuel à effectuer chaque année dans le comune de Monte di Procida avec l'objectif de désigner de nouvelles formules et initiatives d'entreprendre en faveur de la paix et de l'égalité dans le monde à travers l'instrument de la mode et ses principales protagonistes :les Femmes....

PROGRAMMA


IL CONGRESSO

Ore 11:00 ingresso invitati Sala Capri della Torre Saracena di
Monte di Procida
____________________________________________________________________
Ore 11:30 caffè e accomodamento
___________________________________________________________________
Ore 12:00 saluti e inizio congresso
___________________________________________________________________
Ore 13:00 conclusione dei lavori e consegna riconoscimenti
___________________________________________________________________
Ore 13.05 sfilata di costumi africani 
___________________________________________________________________
Ore 13.45 buffet mediterraneo con escursioni culinarie multietniche
___________________________________________________________________


MODERATRICE:
Ingrid Tamborin Giornalista VOGUE
RELATORI:
Giuseppe Pugliese Sindaco di Monte di Procida
Nicola Paparusso Segretario Generale di AFG
Pathé Dia Stilista Senegalese
AbdAllah Cozzolino Comunita Islamiche Campania
Gennaro Pascarella Vescovo di Pozzuoli
Claudia Beretta Presidente Associazione Donne d’Africa 
Ester Pugliese V. Pres. Comitato Tecn. accreditato al tavolo di Governo del “Cantiere di Stabilità” 
per la Tutela Istituzionale di Interessi delle Donne
Valeriana Mariani Impresa Donna Magazine
Lynda Okany Responsabile comunità nigeriane in Italia
Naceur Mestiri S.E. l’Ambasciatore della Tunisia in Italia

PREMIO

     

LA MODA VESTE LA PACE



Franca Sozzani


Direttore di «Vogue Italia», posizione che ricopre dal 1988 e dal numero di ottobre 2006 è anche direttore responsabile di «L'Uomo Vogue». Oltre a ricoprire queste cariche, Franca Sozzani è direttrice editoriale della casa editrice Condé Nast per l'Italia e, dal marzo 2013, Presidente della Fondazione IEO Istituto Europeo di Oncologia.
A febbraio 2010 ha lanciato il sito internet Vogue.it, il primo portale al mondo intestato alla testata di moda. Successivamente le vengono affidate altre due testate cartacee: «Vogue Gioiello» e «Vogue Accessory».
Nel 2015 è stata nominata direttore responsabile di tutti i periodici in lingua italiana con il marchio Vogue. Oltre alle testate che dirige già le sono stati affidati anche «Vogue Sposa» e «Vogue Bambini»



Premio 

Opera del Maesto Orafo Gerardo Sacco
Ha realizzato diverse creazioni per trasmissioni televisive italiane.
Nel 1986 Franco Zeffirelli gli affida la creazione dei gioielli per il suo Otello, con Katia Ricciarelli e Placido Domingo. Il sodalizio artistico fra i due prosegue nel 1988, per il film “Il Giovane Toscanini”, interpretato da Elizabeth Taylor e Thomas Jowel. Nel 1991 Sacco realizza per il regista fiorentino i gioielli di scena per l'”Amleto”, con Glenn Close, Mel Gibson e Alan Bates. Altri monili firmati Gerardo Sacco per il cinema si ritrovano nei film: “Immortal beloved” con Isabella Rossellini e Gary Oldman del 1994, in “Anna Karenina” con Sophie Marceau del 1997, ed in “Padrona del suo destino” del 1998 con Catherine McCormack e Rufus Sewell Più recentemente ha creato i preziosi ornamenti per il film di Virzì del 2007 “N” Io e Napoleon interpretato da Monica Bellucci.



VBlack


Il 2007 fu un anno importante per questo tema, perché l’allora ex modella di colore Bethann Hardi-son, fondatrice dell’Associazione Diversity Coalition, che lavora con le istituzioni della moda per assicurarsi che non vi siano discriminazioni razziali, convocò una conferenza stampa a New York, accusando l’industria della moda di continuare a discriminare le minoranze. Da quel momento se-condo Hardison le cose sono cambiate e sono state prese diverse iniziative, soprattutto dai giornali, per dimostrare che non vi è alcun razzismo nella moda.
L’anno dopo, la direttrice di Vogue Italia, Franca Sozzani, pubblicò sul numero di luglio solo mo-delle di colore. Da qualche anno sul sito della rivista c’è la sezione VBlack, che raccoglie articoli che hanno per oggetto solo modelle, stilisti o personaggi famosi di colore.

RICONOSCIMENTI

 

LU YE





Cantante canadese di origine cinese, considerata tra i più importanti soprani del mondo. Sebbene taoista è conosciuta come la cantante del Papa per averlo ammaliato durante il suo compleanno nel dicembre del 2013. Ha ricevuto diversi riconoscimenti, come cantante ma LU YE è anche  attrice. Ha avuto la fortuna di lavorare tra i due mondi. Oriente e Occidente. Ha infatti recitato in alcune fiction in Canada e presentato diversi programmi tv in Cina.

MARIARITA GRIECO





Capo Redattore TG2

SABRINA COCCOLONI





Presidente dell' Associazione di Volontariato Little Dresses for Africa Italia dedicata alla cooperazione internazionale. Si occupa di portare vestitini a bambine e bambini dell'Africa e di tutti quei paesi che ne hanno necessità, cuciti da volontari. Un progetto che unisce la passione e la gioia di contribuire a donare un sorriso ai bambini africani. 

GIULIA DRAZZA
ALESSANDRO DELZI
SHARON BERNARDI MARCO TOSATTO ALESSANDRA NIBALI
MELANIA MATTEI


Tesi di Laurea su

AFRICAN FASHION GATE

DIANA BATTAGGIA

KLAUDIA PEPA





Tra le ballerine più talentuose in tutti questi anni di Amici di Maria De Filippi ma è stata anche
coreografa dell'Albanian Ballet, nonché star indiscussa di Tv Klan, la nota rete televisiva albanese. Diretta da Nicola Paparusso, è stata protagonista del video clip di Mao Otayeck in cui Stevie Wonder ha suonato la sua leggendaria
armonica bocca. Il brano musicale "Carry On", donato da Otayeck come sigla di African Fashion Gate, trova ispirazione in concetti di Pace e di Opportunità per le nuove generazioni.

  MEDIA

African Fashion Gate intervista al tg2 insieme

Nicola Paparusso ed Helena De Jesus al Tg2 Insieme 

6 Maggio 2016

Seguici!

ASSOCIAZIONI AMICHE

PARTNER

MEDIA PARTNER

SOCIAL

ADDRESS
Via Panoramica n°111
Monte di Procida (NA)


CONTACTS
Email: info@lamodavestelapace.org

PHONE
African Fashion Gate
+39 331 42 65 111
Comune di Monte di Procida
0818684211